Stilnox e farmaci con composto a base di Zolpidem Rischi per l’uso

medicine insonniaI farmaci con composto a base di Zolpidem, ad esempio lo Stilnox, potrebbero dare sonnolenza anche il giorno dopo la loro assunzione. Lo ha dichiarato l’Ema, European Medicines Agency che ha diramato un comunicato circa questo rischio.

Lo Zolpidem è un ipnotico non benzodiazepinico che appartiene alla famiglia delle imidazopiridine ed è utilizzato per il trattamento a breve termine contro l’ insonnia. Il rapporto beneficio-rischio di questi farmaci rimane positivo, ma l’EMA ha raccomandato di modificare le informazioni sul prodotto che attualmente minimizzano gli effetti di ridotta capacità di guida e prontezza mentale al mattino dopo il risveglio.

La revisione delle informazioni sullo Zolpidem è stata avviata dopo le notizie su incidenti stradali avvenuti al mattino dopo che i pazienti avevano assunto il farmaco. E ‘ben noto infatti che farmaci a base di Zolpidem possono provocare sonnolenza e reazioni più lente. Ciò aumenta il rischio di incidenti durante le attività che richiedono attenzione come guidare. Sul farmaco vengono già fornite queste informazioni ma si è ritenuto di riportare ulteriori informazioni sui vantaggi ed i rischi dello Zolpidem.

Per ridurre al minimo i rischi, l’Agenzia Europea raccomanda di prendere “la più piccola dose efficace possibile, ovvero una singola dose prima di andare a letto. Il paziente non deve quindi ricorrere ad un’ulteriore dose di notte, anche se è sveglio.Inoltre, i pazienti anziani o che presentano una ridotta capacità epatica, affetti da problemi al fegato, devono ridurre l’assunzione a 5 mg invece che 10“. Inoltre, si raccomanda di non guidare o svolgere attività che richiedono attenzione fino ad otto ore dopo l’assunzione. Lo Zolpidem non deve essere assunto con altri farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). Allo stesso modo non deve essere assunto alcool.

Motilium a base di Domperidone fa male secondo i Francesi

motiliumSecondo la rivista francese Prescrire il farmaco Motilium ed il suo generico a base di Domperidone sarebbe responsabile della morte di un numero compreso tra 25 e 123 persone avvenute in Francia nel 2012. Il condizionale è d’obbligo ma la notizia è fresca, 19 febbraio 2014, e la prestigiosa rivista insiste sulla sua pericolosità.

Il Domperidone è un neurolettico utilizzato contro nausea e vomito. E’ una sostanza appartenente alla famiglia degli antagonisti dei recettori della dopamina e agisce come uno stimolante della motilità gastrica. Se è assunto però aumenta il rischio di aritmie cardiache e morte improvvisa, afferma Prescrire che ne chiede il ritiro alle autorità sanitarie francesi e nel resto d’Europa.

Ma non è solo la rivista francese a puntare il dito contro il farmaco: dal 2005, diversi studi epidemiologici, olandesi e canadesi hanno dimostrato che la morte cardiaca improvvisa è di circa 1,6-3,7 volte più frequente nel caso di assunzione del domperidone.

L’Agence Nationale de Sécurité du Médicament, equivalente del Ministero della Salute italiano, si esprimerà a marzo 2014 circa un possibile ritiro, ma già si era pronunciata nel 2011 mettendo in guardia sull’ utilizzo dei farmaci a base di Domperidone utilizzati per stimolare l’allattamento, vedi l’informazione a riguardo.

Lo studio completo può essere letto in francese a questo indirizzo.