Plank per Addome e Schiena Benefici Come Farlo

Negli ultimi anni, nel campo del fitness, ha preso piede quello che è da tutti conosciuto come Plank. Si tratta di un allenamento molto particolare e in alcuni casi molto intenso, che permette di ottenere grandi risultati in molte aree del corpo. Nel nostro articolo andremo a conoscere nello specifico questo tipo di allenamento.

Plank per il core

Il Plank è un tipo di allenamento che si adatta a molti tipi di sport, e che rappresenta una buona opzione a diversi esercizi fisici tradizionali.

Uno degli elementi che contraddistingue questo tipo di esercizio è la sua versatilità, infatti, il Plank si può eseguire a corpo libero o con l’ausilio di piccoli attrezzi. Lo si può senza ombra di dubbio definire come sistema statico funzionale, grazie al quale si può contare sulla stabilizzazione del corpo per una lasso di tempo prefissato e ben definito, o in alternativa fino a quello che si definisce come il momento del cedimento muscolare. Il fatto è che, alla fine, questo tipo di esercizio associato ad una continua concentrazione mentale e muscolare, permette di andare a sollecitare i muscoli di tutto il corpo, e lo fa in maniera costante anche se si concentra principalmente sul “core” sul tronco centrale rinforzando l’addome , ma anche la parte bassa della schiena e i fianchi.

La pressione che si va ad esercitare partendo dalle braccia per arrivare fino alle punte dei piedi, considerando di fatto la durata complessiva della ripetizione di tutte le diverse varianti di plank scelte, permette di andare ad allenare moltissime aree muscolari del nostro corpo. Ecco di quali muscoli parliamo:

  • Muscoli addominali.
  • Deltoidi
  • Tricipiti brachiali.
  • Muscoli lombari.
  • Muscoli pettorali e paravertebrali.
  • Pavimento pelvico.
  • Quadricipiti, adduttori e glutei.
  • Muscoli abduttori e diaframma.

Insomma, osservando le aree del corpo sulle quali è possibile andare a lavorare ci si rende conto in un attimo di essere di fronte ad un esercizio molto completo.

Come eseguire il Plank

Ecco come farlo: prendi un tappetino morbido, sdraiati a terra appoggiandoti sui gomiti, sollevandoti da terra e appoggiano i piedi leggermente divaricati.

Assicurati che i gomiti siano a terra direttamente sotto le spalle con i piedi alla larghezza delle anche. Assicurati che la schiena sia piatta e che la testa e il collo siano in posizione neutra. Guida i gomiti sul pavimento e stringi i quadricipiti, i glutei e il core. Inspira dal naso ed espira dalla bocca, non trattenere il respiro. Rimani in questa posizione per 30 secondi, riposa e ripeti.

Tutti i benefici del Plank

Andiamo adesso ad osservare quali sono nello specifico i benefici del Plank, ovvero tutto quello che si può ottenere praticando questo tipo di esercizio:

  • Calorie e metabolismo: grazie al plank si ha la possibilità di andare a bruciare calorie e anchen attivare il metabolismo. Allenandosi con il Plank si può ottenere un aumento dell’equilibrio, forza e flessibilità, godendo anche di molti vantaggi sulla postura e sulla colonna vertebrale.
  • Ventre piatto: un altro risultato che si può andare ad ottenere attraverso un esercizio costante e ben fatto, è quello di ottenere il ventre piatto. Questo è dovuto al fatto che con il Plank si va a lavorare in maniera perfetta e soprattutto completa sui muscoli degli addominali. Inoltre, consideriamo che in linea generale, quando si eseguono gli addominali classici si va a creare uno stato di stress a zone del corpo specifiche quali il collo e la schiena, aspetto invece che non abbiamo se si pratica il Plank.
  • Ritenzione idrica: con il Plank si gode anche di un ulteriore vantaggio, quello di avere una riduzione sensibile della ritenzione idrica e della cellulite sulle gambe, sui glutei e inoltre, anche sulle braccia. Il Plank aiuta anche a rassodare i glutei e anche il corpo ad aumentare gradualmente la resistenza agli sforzi fisici.

Uno degli aspetti interessanti e importanti di questo tipo di allenamento, è che per farlo non è necessario spostarsi, lo si potrà fare comodamente tra le proprie quattro mura. Infatti, per praticare il Plank non servono particolari attrezzi, e se si esegue in tutte le sue varianti si possono andare a sostituire i classici tipi di allenamento che si fanno in palestra o avvalendosi di specifici attrezzi.

Una volta che si prende il via e lo si va in modo costante, andando ad associare a tutto questo ad uno stile di vita sano, basteranno solo dieci minuti di Plank al giorno per ottenere evidenti risultati.

Fonti: https://www.areabenessere.it/fitness/plank_543.html

(Visited 39 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *