Migliori alimenti per sbiancare i denti

Sono molte le persone che cercano delle soluzioni il più ottimali possibile per sbiancare i denti, da prodotti medicali a qualcosa di più specifico, senza però sapere che per raggiungere il risultato c’è una strada meno invasiva. Questo perché ovviamente a seconda di quale sia il prodotto che si utilizza, si rischia di ledere allo smalto naturale dei denti.

Ecco che nel nostro articolo vogliamo andare a parlare di una strada alternativa, ovvero quella dell’alimentazione, osservando con attenzione quali siano i migliori alimenti per sbiancare i denti, e lo facciamo grazie agli esperti di denti bianchi La Salute in Bocca.

sbiancare-denti

Gli alimenti per sbiancare i denti: questi sono i migliori

Entriamo adesso nel dettaglio del nostro articolo, andando a conoscere da vicino gli alimenti per sbiancare i denti che si possono considerare come i migliori in assoluto:

  • Carote crude: è proprio nella loro consistenza croccante che si nasconde il segreto per i denti più bianchi. Infatti, grazie a questo elemento le carote crude permettono una pulizia migliore della bocca in caso si siano fermati tra i denti residui di cibo, e inoltre, grazie all’aumento di salivazione si ha una pulizia ancora più approfondita dell’area interna alla bocca. Sono poi anche ricche di vitamina C, che come sappiamo è una delle principali scelte per combattere i batteri e proteggere le gengive. Lo stesso principio lo si può applicare anche al sedano, che mangiato crudo permette di godere delle stesse azioni positive che abbiamo visto in merito alle carote.
  • Formaggio: sebbene per alcuni aspetti si dice che non si debba esagerare con il suo consumo, lo stesso non si può dire riguardo alla cura dentale. Essendo infatti ricco di calcio e fosforo, si può contare su una completa remineralizzazione dello smalto e il rafforzamento dei denti. Questo soprattutto nel caso di quello che si definisce nell’ambiente a “pasta pressata”, per fare un esempio più comprensibile quello tipo Asiago. Se si ama la roba dolce è una buona cosa quella di consumare dello yogurt.
  • Noci: le noci sono ricche di fibre, calcio e proteine, e quindi sono ottime per rafforzare i denti. Considerando che si tratta di frutta secca croccante, come le carote e il sedano, si ha la possibilità di tenere i denti puliti. È ovvio che questo discorso vale anche per altra fritta secca croccante come, ad esempio, le nocciole e le mandorle.
  • Salvia: si tratta senza dubbio di uno degli elementi presenti in natura che, grazie alle sue proprietà, è il massimo a disposizione per la cura e il mantenimento del bianco della propria dentatura. Vi sono almeno due diversi sistemi per ottenere questo risultato, ovvero strofinando una foglia sui denti, oppure farne un decotto da utilizzare come collutorio naturale. Nel caso in cui si opti per lo strofinamento sulla dentatura delle foglie di salvia, tale procedura deve essere fatta almeno due volte al giorno. Nel caso in cui invece, la scelta sia quella di farne un collutorio, si dovrà far bollire la salvia nell’acqua per almeno 10 minuti.
  • Menta: come può essere utile questo alimento per la cura dei propri denti? Si dovrà procedere masticandola fresca dopo i pasti, e come risultato aggiuntivo a quello di mantenere bene lo smalto dei denti permette anche di avere sempre l’alito fresco. Stesso discorso vale per il prezzemolo, sebbene rispetto alla menta agisca in maniera minore sul discorso della freschezza dell’alito, per quanto riguarda la cura dello smalto dei denti è davvero un grande toccasana.

Conclusioni

In conclusione, possiamo senza dubbio affermare che, qualsiasi sia la scelta che si andrà a fare dei prodotti precedentemente osservati, si potrà contare su un effetto benefico notevole per la propria bocca. Non resta che scegliere quale sia quello preferito e mantenere i propri denti in forma.

(Visited 35 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *