Come ritrovare l’equilibrio della microflora intestinale?

Il benessere dell’intero organismo dipende dall’equilibrio della flora intestinale. Tutto si basa sulla perfetta convivenza di batteri buoni e cattivi, l’eubiosi, la situazione ideale che favorisce una corretta digestione, le difese immunitarie elevate, il benessere mentale e fisico.

Per prenderci cura del nostro corpo la prima cosa da fare è ascoltare con più attenzione i piccoli campanelli d’allarme che ci invia il nostro intestino. Coliti, stitichezza, bruciori e gonfiori addominali ci fanno capire che qualcosa non va. Cosa possiamo fare per ritrovare il giusto equilibrio della flora batterica?

Integratori alimentari per il benessere dell’organismo

Gli integratori alimentari sono un valido sostegno per il nostro organismo. Come dice il nome stesso, sono essenziali per integrare uno o più nutrienti per soddisfare il fabbisogno quotidiano. Se non riusciamo ad assumerli con la normale alimentazione ci vengono in soccorso gli integratori. Quando si parla di flora intestinale, le soluzioni migliori sono quelle che agiscono in poco tempo sull’organismo donando un sollievo immediato. Ad esempio, gli integratori alimentari in stick orosolubili che possono essere sciolti direttamente in bocca per consentire una rapida assunzione.

Anche se si tratta di integratori a base di principi naturali, è bene consultare il proprio medico prima di procedere con l’assunzione.

Correggere le proprie abitudini: meno stress, più relax

In periodi di forte stress, l’intestino e il resto del corpo ne risentono enormemente. Bastano pochi accorgimenti per prendersi cura di sé e migliorare il benessere intestinale. Ti consigliamo di:

  • mangiare lentamente per assimilare meglio i cibi
  • dormire di più, almeno ⅞ ore di seguito per notte
  • idratare il corpo con almeno 2 litri di acqua al giorno
  • iniziare attività salutari come lo sport o la meditazione per ridurre lo stress emotivo

Alimentazione: cosa mangiare?

Oltre a utilizzare gli integratori e a correggere le proprie abitudini, è essenziale prestare attenzione alla propria alimentazione. Per prima cosa occorre inserire nella dieta alimenti integrali e nutrienti: noci e semi oleosi alimentano i batteri buoni e sono facili da portare sempre con sé, ma anche legumi, frutta e cereali.

Non possono mancare le verdure, soprattutto quelle a foglia e cotte, considerate più facili da digerire. Inoltre, è preferibile scegliere le verdure di stagione ed evitare quelle prodotte con pesticidi che rischiano di danneggiare la flora batterica.

Un altro consiglio che possiamo darti è quello di evitare i prodotti confezionati e raffinati. Sono più pratici e veloci ma ipercalorici e ricchi di grassi saturi, il principale nemico del nostro intestino.

La flora intestinale come indicatore del benessere del corpo

Se il nostro intestino sta male significa che qualcosa nel nostro corpo non va. La diarrea, la colite e il gonfiore addominale sono indicatori proprio come: la voglia improvvisa di dolce, la stanchezza, la tristezza, l’acne, la poca concentrazione, la scarsa memoria, il ciclo irregolare. Nella maggior parte di questi casi il fenomeno è determinato da un intestino che produce circa il 95% in più di serotonina, l’ormone del buonumore. Quando però raggiunge il sistema nervoso con livelli così alti può causare stati d’animo come ansia e depressione.

L’uso di integratori alimentari, l’attenzione verso l’alimentazione e uno stile di vita più sano sono gli ingredienti giusti per il riequilibrio della flora batterica.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *