Stravizi a tavola e il fumo possono accorciare la vita di 10 anni

Le cattive abitudini a tavola e il fumo possono accorciare al vita di ben 10 anni. Ricercatori di Oxford hanno pubblicato sul ‘British Medical Journal‘ i risultati di uno studio condotto 40 anni fa su 19.000 persone tra i 40 e i 69 anni  di cui sono state annotate le abitudini alimentari e se erano fumatori o no. Dopo questo tempo sono stati ricontrollati i dati di chi era ancora in vita e sulla morte di 13.501 di queste persone, calcolando che chi soffriva du colesterolo alto, pressione alta e fumava è vissuto in media 10 anni meno di chi non lo faceva. La media si alza a 15 anni se a questi fattori si aggiunge obesità e diabete. Spiega Robert Clarke, coordinatore dello studio: «Abbiamo dimostrato che un uomo che a 50 anni fuma e non tiene a bada colesterolo e pressione ha un’aspettativa di vita di 74 anni, mentre chi saggiamente rinuncia alle ‘bionde’ e ha sotto controllo gli altri due fattori di rischio può aspettarsi di vivere fino a 83 anni. I risultati di questo studio possono far comprendere alla gente che smettere di fumare, ridurre la pressione o far scendere l’ago della bilancia può tradursi in un’aspettativa di vita maggiore».

(Visited 111 times, 1 visits today)