Smettere di fumare aumenta la possibilità di avere il diabete

smetteredifumareSmettere di fumare può aumentare il rischio di sviluppare il diabete, lo rivela una ricerca effettuata da un’equipe dell’Università Johns Hopkins.I fumatori non dovrebbero utilizzare la notizia come una scusa per mantenere il vizio, hanno comunque dichiarato gli autori dello studio pubblicato ieri sulla rivista Annals of Internal Medicine.
I medici dovrebbero aiutare chi abbandona le sigarette a gestire il loro peso e a considerare l’utilizzo di una terapia sostitutiva alla nicotina, che smussa in ogni caso quella tendenza ad aumentare di peso dopo la cessazione del fumare“, dicono i ricercatori guidati dal dottor Hsin-Chieh.
Il messaggio è chiaro: smettete di fumare ma attenzione al peso.

Yeh ed i suoi colleghi hanno studiato i dati provenienti da quasi 11.000 persone di età compresa tra 45 e 64 nel corso di un periodo di nove anni. Coloro che hanno smesso di fumare dai 3 ai 5 anni prima che la ricerca iniziasse hanno avuto l’80% in più di probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2. Il pericolo di sviluppare il diabete è però diminuito col tempo. Persone che hanno smesso di fumare da sei a nove anni prima dello studio avevano una probabilità del 54 per cento più alta di sviluppare il diabete.
Tra gli uomini, quelli che avevano più di 60 anni e che fumavano più di 20 sigarette al giorno quando hanno smesso sono ingrassati di  4 chili, presentando 3/4 volte un rischio maggiore di sviluppare il diabete rispetto a quelli che non avevano mai fumato. Per le donne il rischio più elevato di sviluppare il diabete  dopo aver smesso di fumare è stato di 2,7 volte più alto rispetto alle non fumatrici.
Lo studio è stato finanziato dal US National Heart, Lung and Blood Institute e la US National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases.

ricerca originale in inglese

(Visited 80 times, 1 visits today)