Rinforzare i capelli come fare

I capelli, specie nei periodi del cambio di stagione, tendono a divenire piú deboli, cadono e possono lasciare dei diradamenti preoccupanti sul cuoio capelluto. E’ possibile rinforzare i capelli in modo naturale utilizzando prodotti che aiutano anche a prevenire la caduta. Di seguito troverete una serie di consigli elaborati da Emotion Hair che mette a disposizione dal suo catalogo parecchi ritrovati per professionisti del settore: https://www.emotionhair.net/it/pag/catalogo-2

I cibi che aiutano

che sia per la disperazione di un taglio troppo corto oppure perchè la chioma si è fatta debole ecco i cibi che aiutano a rinforzare i capelli e a farli crescere piú velocemente.

Salmone

Questo tipo di pesce, così come quello azzurro come alici e sardine, è ricco di vitamina D, ha proteine in quantita e contiene anche acidi grassi, i famosi omega-3, tutti elementi che promuovono la crescita dei capelli mantenendo il cuoio capelluto sano.

Peperoni Gialli

questo vegetale ha quasi cinque volte e mezzo più vitamina C delle arance (341 milligrammi, contro 63). Si tratta di un’ottima notizia dato che la vitamina C è un antiossidante che rinforza il fusto del capello e i follicoli piliferi, oltre a prevenirne la rottura.

Yogurt Greco

Oltre ad essere ricco di proteine lo yogurt greco possiede un ingrediente che aiuta a fluidificare il sangue e favorisce la crescita dei capelli. Si chiama vitamina B5 (noto come acido pantotenico) e può anche aiutare contro l’assottigliamento e la perdita dei capelli. L’acido pantotenico lo troviamo spesso sui prodotti per la cura della pelle

Ostriche

È noto che la carenza di zinco provoca perdita di capelli e peggiora le condizioni del cuoio capelluto. Le ostriche ne posseggono in quantità.

capelli forti

Uova

oltre a costare veramente poso , sono un’ottima fonte di omega-3 di cui sopra e contengono anche la biotina che favorisce il processo di cheratinizzazione. Ma attenzione: non è l’albume a rendere i tuoi capelli lunghi e belli, ma il tuorlo . Mangiare troppi albumi può effettivamente bloccare l’assorbimento di biotina nel corpo, causando un impoverimento di questo micronutriente.

Spinaci

come tante verdure a foglia verde scura, gli spinaci sono pieni di nutrienti fantastici. Possiedono una quantità enorme di vitamina A, oltre a ferro, beta carotene, acido folico e vitamina C. Questi componenti lavorano insieme per rendere il un cuoio capelluto ed i capelli sani mantenendoli ben idratati in modo che non si rompano.

Avocado

A causa della loro alta concentrazione di acidi grassi essenziali naturalmente presenti nelle cellule della pelle (responsabili nel mantenere la pelle liscia ed elastica), questo frutto secolare rappresenta uno dei segreti di bellezza. Quando vengono applicati localmente sui capelli e sul cuoio capelluto, hanno la capacità aggiuntiva di stimolare la produzione di collagene ed elastina.

Contro la caduta dei capelli cosa fare

gli uomini geneticamente sono piú portati a perdere i capelli. La causa precisa non è ancora ben chiara, ma sicuramente ha a che fare con il diidrotestosterone, ormone androgeno responsabile tra le altre cose della crescita dei peli facciali. Per “gestire” l’attività di questo ormone e quindi constrastare la caduta dei capelli si usa la Finasteride, un farmaco usato insieme alla Dutasteride per contrastare anche l’ipertrofia prostatica benigna.

Per contrastare quella che può essere un’alopecia androgenetica si usa anche topicamente il Minoxidil. E’ abbastanza efficace per far ricrescere i capelli in zone localizzate, ma nel momento che si interrompe il trattamento ricomincia la caduta. A differenza della Finasteride il Minoxidil ha meno complicanze, ad esempio non influisce sulla libido, ma non è molto efficace in casi di calvizie complicati.

Entrambi i prodotti possono essere usati sia da donne che da uomini, la prescrizione del medico è comunque necessaria.

Il trapianto dei capelli

nei casi piú disperati e solo quando la caduta si è arrestata definitivamente si può ricorrere all’ autotrapianto, chiamato anche FUT o FUE, (Follicolar Unit Transplantation). Vengono prelevati i follicoli da una zona donatrice, solitamente la nuca, e trapiantati lì dove serve. In questo caso risolviamo definitivamente il problema.

 

 

(Visited 33 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *