Pedane vibranti sotto accusa, peggiorerebbero alcune patologie

Guerra alle pedane vibranti. Almeno a quelle che non sono classificate come mediche e sono usate per tonificare i muscoli e come attrezzo da palestra. Dal Congresso Nazionale della Società italiana di medicina fisica e riabilitativa (simfer) avvisano che le pedane non omologate possono provocare danni gravi a chi soffre si ernie discali, problemi di cuore che implicano un pace-maker, problemi alla vista e neoplasie. Le pedane non sarebbero efficaci contro questi problemi, anzi rischierebbero di peggiorarli. Sono finite sotto accusa anche la tecarterapia, la magnetoterapia, la marconiterapia e la radarterapia non supervisionate. Sopratutto si è chiesto un maggiore controllo della qualità delle onde elettromagnetiche a parte del controllo dell’intensità delle correnti elettriche.


Inkontro - Ricerca su Internet


Lavoro – Case
– Amore

(Visited 63 times, 1 visits today)