Andare in bici migliora lo stress e la vita di coppia

Andare in bici, secondo il 40% degli psicologi fa scendere il livello si stress e migliora la vita di coppia. Almeno su un campione di 200 psicologi intervistato dall’Associazione ‘Donne e qualità della vita’ in occasione dell’Eicma 2009, Il ‘Salone Internazionele della bicicletta’, al via domani alla nuova fiera di Milano-Rho. Fare sana attività all’aperto, senza stress, traffico e parcheggio da trovare favorisce il relax e avvicina la coppia (per il 29% degli psicologi intervistati), in un intorno più coinvolgente dell’auto (33%) e ristabilisce la complicità a due (21%); i problemi dell’auto infatti aumentano i conflitti della vita in coppia.

(Visited 111 times, 1 visits today)

La più grande banca privata per cellule staminali in Europa inaugurata in Belgio

È belga la più grande banca privata per le cellule staminali in Europa. È l’azienda Cryo-Save, con sede a Niel (Anversa). Il servizio della Cryo-save si incarica di prelevare sangue dal cordone ombelicale del bambino appena nato e trasportarlo  in 48 ore nei propri laboratori, dove vengono separati plasma e globuli rossi delle cellule staminali, che verranno conservate per minimo 20 anni. Il prezzo del servizio è di 1,875 euro. «Le cellule restano di proprietà del bambino» ha dichiarato Marc Waeterschoot, amministratore delegato di Cryo-Save, citato dal quotidiano belga ‘Le Soir‘.

(Visited 123 times, 1 visits today)

Le allergie fanno male al sesso

Le allergie fanno male al sesso. Uno studio della Cleveland Clinic (Ohio) pubblicato sulla rivista Allergy and Asthma Proceedings dimostra che, rispetto ai non-allergici e ad un gruppo di persone con gli stessi sintomi ma senza allergia, l’83% degli allergici ha problemi nel sonno e nelle relazioni sessuali. Anche un bacio può risultare difficile e in molti evitano il contatto con il partner perché si sentono poco attraenti. «Ostruzioni croniche come naso intasato e conseguente minor senso dell’olfatto hanno un impatto sul sesso» spiegano i ricercatori «Abbiamo rilevato che le persone che soffrono di allergie a volte non se la sentono neanche di andare nei parchi o di giocare con i figli .E lo stesso vale per le attività sessuali. E così la qualità della vita ne risente».

(Visited 72 times, 1 visits today)

Avere tanti soldi riduce lo stress sociale e diminuisce il dolore fisico

Il denaro ha un effetto benefico sulla psiche e chi ne ha molto non soffre di stress legato all’isolamento sociale. Non solo, i ricchi sopportano anche meglio il dolore. Questo il risultato di uno studio del Department of Psychology dell’Università cinese Sun Yat-Sen. «Questa ricerca – si legge sul Faculty of 1000 Medicine a nome di Harriet de Wit dell’Università di Chicago – estende la nostra comprensione della relazione tra sofferenza sociale e fisica. E mostra in che modo il valore simbolico acquisito dal denaro, forse a causa dell’associazione con potere e controllo, può influenzare le risposte al dolore fisico ed emotivo», i risultati «hanno una grande importanza per un sistema sociale come il nostro, caratterizzato da enormi differenze per quanto riguarda il benessere finanziario. I soldi possono sostituire l’accettazione sociale, dando» ai ricchi «la capacità di ottenere benefici dal sistema sociale. Inoltre lavori precedenti hanno suggerito che le risposte al dolore fisico e al malessere psicologico condividono meccanismi comuni». In sostanza «Maneggiare denaro, piuttosto che carta senza valore, riduce lo stress legato all’esclusione sociale e diminuisce il dolore fisico».

(Visited 168 times, 1 visits today)

Più endorfine per chi si allena in compagnia

Fare sport in compagnia aumenta la produzione degli ormoni del piacere e rende più felici. Un team di ricercatori dell’Istituto di antropologia cognitiva e dell’evoluzione di Oxford ha effettuato un test su 12 canoisti sottoposti ad una dura gara da soli ed in gruppo. È risultato che chi si era allenato in gruppo aveva sopportato meglio la fatica rispetto a chi lo aveva fatto da solo. Le endorfine prodotte durante l’allenamento, oltre alla nota capacità di renderci euforici, sembra che plachino anche il dolore. La soglia di sopportazione è stata più alta in chi remava in gruppo. Il commento di Emma Cohen, coordinatrice dello studio è stato: «Lo studio suggerisce che la produzione di endorfina è significativamente più alta tra coloro che si allenano in squadra rispetto ai singoli anche quando lo sforzo fisico è costante»

(Visited 101 times, 1 visits today)

Una dieta ricca di grassi non fa sentire la sazietà

I grassi di troppo in un pasto non fanno passare l’appetito, anzi, lo provocano, bloccando gli ormoni che trasmettono al cervello il senso di sazietà. È ciò che ha scoperto uno studio di Deborah Clegg, dell’Università del Texas a Dallas, pubblicato sul “Journal of Clinical Investigation“. Lo studio è stato condotto nei topi, che dopo aver ingerito parecchi grassi hanno mostrato segni di squilibrio nel controllo della fame e nel senso di sazietà, continuando a mangiare per almeno tre giorni dopo l’abbuffata. L’acido palmitico, un tipo di grasso, è uno dei principali responsabili di questo meccanismo: «Normalmente il nostro corpo ci dice quando ne ha abbastanza, ma questo non accade nel caso di cibi particolarmente buoni – spiega Deborah Clegg – Abbiamo mostrato che l’intera chimica del cervello può cambiare in un brevissimo lasso di tempo. Insomma, quando si mangia un cibo molto ricco di grassi il cervello va in tilt e si diventa resistenti al messaggio che arriva da insulina e leptina». E addio moderazione a tavola.

(Visited 51 times, 1 visits today)

Insicuri da bambini? C’è più rischio di essere obesi da adulti

Un bambino con poca autostima, insicuro o con preoccupazioni potrebbe diventare obeso in età adulta. È giunto a questa conclusione David Collier del King’s College di Londra in un articolo pubblicato sulla rivista BMC Medicine. Uno studio durato ben 30 anni ha tenuto d’occhio 6500 bambini sin dal 1970 che sono stati pesati prima e dopo lo studio ed a cui sono state misurate l’autostima, il controllo della propria vita, l’ansia e le preoccupazioni immotivate nell’infanzia attraverso dei test. È risultato che chi da piccolo ha avuto questi problemi in quantità maggiore ha poi guadagnato più peso e spesso è risultato obeso. Uno studio che dimostra che l’obesità non si combatte solo a tavola ma anche sotto l’aspetto psicologico.

(Visited 90 times, 1 visits today)
1 22 23 24 25