Ovuli Secchezza Vaginale come Funzionano

Con l’arrivo della menopausa, verso i 52-55 anni, il drastico calo degli ormoni sessuali fa sì che le pareti della vagina si assottiglino, divenendo più fragili e meno lubrificate. Da qui si presenta una secchezza vaginale con irritazione, prurito e si sperimenta anche dolore nei rapporti sessuali.

Contro la secchezza vaginale c’è nuovo trattamento topico con ovuli a base di Dhea (deidroepiandrosterone) precursore ormonale sia degli estrogeni sia del testosterone, ormoni che nutrono e idratano le mucose della vagina e dei genitali esterni .

Che cos’è il DHEA?

 il DHEA altrimenti noto come deidroepiandrosterone, è un ormone prodotto dalla ghiandola surrenale che si trova appena sopra i reni. È l’ormone più abbondante nel flusso sanguigno ed è noto per essere un precursore degli ormoni sessuali maschili e femminili, rispettivamente testosterone ed estrogeni, ed è più comunemente usato per alleviare gli squilibri ormonali legati all’invecchiamento e all’insufficienza surrenalica. 

Il DHEA svolge il ruolo di mantenere gli ormoni sessuali a livelli ottimali che raggiungono il picco quando hai circa 20-25 anni, quindi diminuiscono con l’età .

Come funzionano gli ovuli

Si inserisce un ovulo a sera per un mese, e si prosegue con 2 o 3 ovuli alla settimana per lunghi periodi di trattamento.

Il piano terapeutico deve essere personalizzato. Gli studi dimostrano che il Dhea, che viene poi convertito dall’organismo in ormoni femminili e maschili, ha un profilo di sicurezza altissimo perché viene assorbito solo localmente. A mano a mano che lo si utilizza, i fastidiosi disturbi intimi si attenuano e la donna ritrova il piacere di avere rapporti soddisfacenti perché il testosterone migliora anche la risposta sessuale, agendo direttamente sulle terminazioni nervose.

Naturalmente il “ringiovanimento vaginale” esige un piano terapeutico personalizzato. In caso di atrofia severa, per potenziarne i benefìci, è bene integrare questo superormone con gli estrogeni (sempre per via locale) e con sedute di laser intravaginale, la tecnologia luminosa pronta a restituire alle mucose tono ed elasticità

Controindicazioni

la crema agli estrogeni può essere prescritta per sostituire gli ormoni presi per via orale, ma potrebbe controindicata per alcune donne.

Ad esempio, il cancro al seno è talvolta guidato da estrogeni e le donne con questi tumori assumono farmaci per impedire al loro corpo di produrre l’ormone. Inoltre, non possono rischiare di aumentare la quantità di estrogeni che circolano nei loro corpi.

Gli effetti collaterali occasionali hanno incluso anche la riduzione delle lipoproteine ​​ad alta densità o (HDL), l’aumento dei peli sul viso in alcune donne, un aumento dei peli sul viso nelle donne o perdita di capelli, acne, mania e palpitazioni cardiache, problemi al fegato, ipertensione e insulino-resistenza.

Questo è il motivo per cui, di norma, è necessario prestare attenzione quando si utilizzano integratori DHEA, tenendo presente che una buona dose giornaliera varia tra 20 mg e 50 mg al giorno a seconda della composizione corporea.

Gli ovuli contro la secchezza vaginale funzionano ?

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su PUB MED la somministrazione intravaginale giornaliera dello 0,50% (6,5 mg) di DHEA (Prasterone) ha mostrato effetti clinicamente e statisticamente significativi sui quattro parametri coprimari suggeriti dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti. L’azione strettamente locale di Prasterone è in linea con l’assenza di eventi avversi significativi correlati al farmaco, mostrando così l’alto rapporto beneficio-rischio di questo trattamento basato sulla nuova comprensione della fisiologia degli steroidi sessuali nelle donne.

 

(Visited 28 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *