Lipofilling Seno Trapianto Grasso per aumentare il Volume

Il lipofilling al seno è una procedura di chirurgia estetica che consiste nell’eseguire un trasferimento di cellule adipose dal corpo del paziente per colmare o aumentare una mancanza di volume nel seno (ipotrofia mammaria). Il lipofilling del seno è una tecnica di chirurgia estetica che permette di ottenere un risultato duraturo e naturale con cicatrici quasi invisibili.

Che cos’è il lipofilling

Abbiamo visto, fino ad ora, che per fare un ritocco, un ringiovanimento che preveda la riduzione delle rughe, il riempimento delle labbra, di zigomi o di guance svuotate ci siamo serviti di filler dermali come acido ialuronico, polilattico o di collagene.

C’è un’altra soluzione però, quella del lipofilling, dell’ autotrapianto del proprio grasso prelevato da zone come cosce, braccia ed addome. Riusciamo così non solo ad effettuare un mini lifting, ma anche a ridurre l’adipe localizzato.

La condizione per iniziare questo trattamento è ovviamente la presenza di grasso, senza il quale non possiamo usare il lipofilling.

Per chi è indicato

Il lipofilling mammario è indicato nelle donne con ipotrofia mammaria : le mammelle non sono sufficientemente sviluppate in relazione alla loro morfologia. Questa tecnica di chirurgia estetica può correggere un difetto nel volume e nella forma del seno che può esistere sin dalla pubertà o essere stato causato da una significativa perdita di peso o da una gravidanza.

L’obiettivo della procedura è ottenere una forma del seno armoniosa, proporzionata al corpo della paziente e corrispondente al suo desiderio.

Questa tecnica può completare una mastoplastica additiva con protesi, sia per ragioni estetiche che per una ricostruzione dopo un tumore al seno.

Il lipofilling seno è indicato anche nei casi di ricostruzione mammaria dopo mastectomia totale . Questa procedura aiuta a ricostruire il volume del seno e migliorare la qualità dei tessuti. Poiché una recidiva è sempre possibile, il chirurgo deve sempre eseguire un esame clinico preoperatorio (esame del tessuto cellulare, ecografia della parete toracica, talvolta biopsia).

Nel caso di una ricostruzione mammaria parziale dopo tumorectomia e considerando il rischio di recidiva, la ricostruzione mediante lipofilling delle mammelle può essere eseguita solo almeno 3 anni dopo il monitoraggio clinico e radiologico.

lipofilling-prima-dopo

Come funziona la procedura di Lipofilling

Il chirurgo inizia la procedura identificando le aree in cui verrà prelevato il grasso e le sedi delle reiniezioni.

Quindi, un campione di tessuto adiposo viene raccolto mediante microincisione utilizzando una cannula di aspirazione fine o durante una liposuzione convenzionale. Le cellule adipose vengono prelevate da un’area del corpo dove è presente una riserva, o addirittura un eccesso di cellule adipose (generalmente, nell’addome, fianchi, ginocchia, interno coscia, glutei)

Le cellule adipose raccolte vengono quindi sottoposte ad una centrifugazione sterile per alcuni minuti in modo da separare le cellule che verranno iniettate (cellule adipose intatte) dagli elementi che non devono essere iniettati (cellule adipose distrutte dal campione, cellule non adipose come le cellule del sangue).

La reiniezione del grasso (lipofilling) viene eseguita mediante micro-cannule che consentono incisioni dell’ordine di 1-2 mm. Le iniezioni vengono eseguite in diverse angolazioni e in più direzioni in modo da aumentare l’area di contatto tra le cellule innestate e i tessuti riceventi , consentendo una buona presa del grasso sulla mammella.

La durata della procedura chirurgica di lipofilling seno può variare a seconda della quantità di grasso da iniettare e del numero di zone trattate. La durata della procedura di solito varia da 30 minuti a due ore.

A seconda del paziente e della procedura eseguita, può esere presa in considerazione una semplice anestesia locale o un’anestesia generale. La procedura viene solitamente eseguita con un ricovero diurno (senza pernottamento in ospedale).

Il dolore postoperatorio è molto moderato nella maggior parte dei casi.

È normale che un edema compaia entro 48 ore dall’intervento. Sarà completamente scomparso entro 5-15 giorni dalla procedura.

Le contusioni appaiono nelle aree di prelievo di grasso e reiniezione. Questi lividi scompaiono entro 5-21 giorni. È una procedura meno ingombrante di un aumento del seno con protesi. È possibile riprendere la normale attività 2-4 giorni dopo la procedura.

Risultati lipofilling seno

Il risultato di un lipofilling del seno può essere apprezzato una volta riassorbiti l’edema e le contusioni. L’edema viene riassorbito in circa 3 settimane. Il risultato può essere considerato definitivo dopo 3-6 mesi .

Un lipofilling mammario consente un risultato duraturo a differenza della tecnica di medicina cosmetica per l’aumento del seno con acido ialuronico. Si tratta infatti di un vero e proprio trapianto di cellule proprie del paziente: le cellule innestate rimangono in vita fintanto che i tessuti in cui sono state innestate.

Potrebbe esserci una perdita dal 10 al 30% della quantità di grasso reiniettato a causa del normale riassorbimento. Il chirurgo tiene conto di questo fenomeno per valutare la quantità di cellule adipose da innestare . In alcuni casi, è possibile che sia necessaria una seconda procedura di lipofilling del seno per ottenere la forma desiderata.

Cicatrici lipofilling

Rispetto ad una mastoplastica additiva con protesi, un lipofilling del seno causa un rischio minimo di cicatrici visibili a causa della finezza della cannula utilizzata per la rimozione e il trapianto di cellule adipose.

Il risultato è naturale anche in quanto il grasso reiniettato corrisponde ai normali tessuti del corpo e del seno di cui è in parte composto e che la tecnica permette di eseguire una vera e propria “scultura” della curva del seno.

Il fumo aumenta il rischio di complicanze chirurgiche di qualsiasi intervento chirurgico .

Rischi

tutte le operazioni chirurgiche comportano alcuni rischi, anche il lipofilling comporta delle problematiche.

Queste includono:

  • Il sanguinamento può verificarsi nel sito della liposuzione o nel seno. Questo sanguinamento è chiamato ematoma e talvolta sarebbe necessaria un’operazione più piccola per rimuovere questo sangue.
  • Lividi sono comuni nel sito della liposuzione e occasionalmente nel seno. I lividi di solito si risolvono in poche settimane e non richiedono alcun trattamento specifico.
  • L’infezione può verificarsi nel sito della liposuzione o nel seno dove è stato iniettato il grasso. I segni di infezione sono arrossamento, gonfiore, aumento della temperatura e disagio nel sito dell’infezione della ferita. L’infezione della ferita dopo il trattamento con iniezione di grasso è rara e ti verranno somministrati antibiotici al momento dell’intervento per ridurre questo rischio.
  • Il dolore può verificarsi nel sito della liposuzione e dovrebbe rispondere agli antidolorifici che verranno somministrati alla dimissione. Le lesioni agli organi addominali dalla liposuzione all’addome possono essere una complicanza grave ma molto rara.
  • Lesione ai nervi ; durante la liposuzione, alcuni dei nervi che trasportano la sensazione dalla pelle sovrastante possono essere danneggiati e ciò potrebbe provocare intorpidimento che di solito è temporaneo ma può essere permanente. Molto raramente alcuni pazienti possono manifestare una sensazione alterata chiamata parestesia a causa di danni ai nervi.
  • Parte del grasso che è stato iniettato nel tuo seno potrebbe non sopravvivere o può presentarsi come un nodulo al seno. Il trattamento a volte prevede la rimozione con ago e siringa.
  • Ripetere la procedura: a volte la procedura deve essere ripetuta per ottenere l’effetto desiderato.
  • Danno alle protesi mammarie . Se si utilizza il trasferimento di grasso per aumentare il volume di una mastoplastica, c’è un leggero rischio che la protesi venga danneggiata.

Vantaggi lipofilling

Quali sono i vantaggi di usare il proprio adipe rispetto a soluzioni “chimiche”.

Il grasso è ricco di cellule staminali adulte, responsabili del processo di rigenerazione che si verifica nei tessuti dopo un trattamento di lipofilling. Rispetto ai filler dermali il grasso da’ risultati definitivi. Escluso un 30-40% che non sopravvive al trattamento, la restante parte di quanto trasferito con il lipofilling entra a far parte in modo definitivo dei tessuti in cui è stato iniettato.

lipofilling viso

Alla lunga è una soluzione migliore rispetto ai filler, i cui effetti hanno un durata massima di 10-12 mesi perchè riassorbiti dall’ organismo

Lipofilling per viso

  • ridurre i solchi tra naso e bocca: dopo i 30 anni, tra il naso e la bocca si formano i cosiddetti solchi labio-genieni, che con il tempo diventano sempre più profondi.Quando il paziente presenta, insieme ai solchi, anche doppiomento di solito si sceglie di prelevare il grasso proprio da lì, ottenendo così due miglioramenti estetici in uno.
  • Dare volume ad un mento sfuggente: il mento sfuggente rende il profilo poco armonioso . In molti casi, infatti, per ridurre un naso grosso basta dare più volume al mento. Per ottenere questo effetto è di solito sufficiente un solo trattamento di lipofilling.
  • Riempie gli zigomi: in alcuni casi gli zigomi sono poco marcati per conformazione del viso, in altri tendono a svuotarsi con il passare degli anni, come del resto le guance. Avere gli zigomi sporgenti è ormai da tempo di moda. Aumentare il volume di guance zinco mi produce l’effetto indiretto di stendere i tessuti del viso attenuando così le rughe.
  • Labbra più carnose: il lipofilling è il trattamento giusto anche per chi desidera labbra più carnose e sporgenti.

Lipofilling costo

 

(Visited 549 times, 1 visits today)