La dieta del Dottor Mozzi Funziona oppure No

Il dottor Mozzi in Italia è diventato una celebrità, tanto da essere ospitato anche alla trasmissione radiofonica “il volo del Mattino” su Radio Deejay da parte di Fabio Volo. E’ l’autore di numerosi libri, ed in modo particolare di una teoria sviluppata principalmente negli Stati Uniti.Si chiama la “dieta dei gruppi sanguigni“. Alla base c’è il fatto che a seconda del gruppo sanguigno a cui apparteniamo, dobbiamo seguire un regime alimentare particolare, utile per difenderci da diverse patologie.

Ad esempio: chi ha il sangue del gruppo Zero e A devono evitare le patate, l’A e il B i pomodori, il B e l’AB il pollo. La carne di tacchino va bene per tutti, il maiale invece deve essere bandito.

Il dottor Mozzi punta il dito contro il latte, le patate ed il glutine, responsabili di quasi tutti i mali, andrebbero banditi. Addirittura, nel corso della trasmissione radiofonica del primo dicembre 2015, ha sotenuto che l’artrosi che ha colpito e deformato le mani di Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, è dovuta al pane.

dieta_dottor_mozzi

La teoria al momento non ha nessun supporto scientifico ed il dottor Pietro Mozzi (laureato in medicina e chirurgia all’ università di Parma nel 1977), che a sua detta non ha mai esercitato la professione sebbene sia laureato, invita a “provare sul proprio corpo gli effetti della dieta“. Insomma se funziona bene, altrimenti fa nulla.

Cosa dice la dieta del Gruppo Sanguigno

«Il gruppo sanguigno non può essere l’unica variabile in base alla quale stilare un piano
alimentare» scrive il dott Mozzi. «È necessario tener conto di fattori come il DNA e il
sistema immunitario, che possono determinare moltissime variazioni all’interno dello
stesso gruppo sanguigno» (citazione La dieta del dottor Mozzi. Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari). Gli alimenti vengono classificati come benefici, neutri, nocivi.

Sangue Gruppo zero (riportiamo soltanto alcuni estratti dal libro)
alimenti nocivi: carne di cinghiale, maiale ed oca. Pesce salmone affumicato ed aringhe in salamoia. Olio di arachidi, olio di mais e latticini. Cavolfiore e cavolini di bruxelles, lenticchie.

Sangue Gruppo A
alimenti nocivi: anguilla, aragoste, cozze, tutti i latticini e olio di mais, borlotti secchi, ceci.

Sangue Gruppo B
alimenti nocivi:ceci, i fagioli con l’occhio e le lenticchie perché contengono lectine che interferiscono con l’attività insulinica del gruppo B. Escludere i pomodori.

Sangue Gruppo AB
alimenti nocivi: anatra, anguilla, acciughe, farina di mais, farro e frumento.

Ricette a secondo del Gruppo Sanguigno

per i gruppi 0, A, B, AB;
– per il gruppo 0 senza ricotta;
– non per donne incinta, in allattamento e bambini al di sotto dei 2 anni;
– per 3-4 persone.
• 120 gr di chicchi di quinoa;
• 2 uova;
• sale;
• 700 gr di asparagi;
• 1 scalogno;
• facoltativo: 100 gr di ricotta di pecora;
• olio di oliva extravergine.

GNOCCHETTI AGLI SPINACI IN SUGO DI NOCI
– Cucino con quinoa o miglio per i gruppi 0, A, B, AB;
– con pinoli per i gruppi 0, A, AB;
– con mandorle per i gruppi 0, A, B, AB;
– con saraceno per i gruppi 0, A;
– con miglio e saraceno, non di sera;
– con saraceno, non d’estate;
– con quinoa, non per donne incinta, in allattamento e bambini al di sotto dei 2 anni;
– tengo presente che per il gruppo 0 la ricotta è un’eccezione;
– per 2 persone.
Per la pasta
• 200 gr di farina di quinoa oppure di saraceno tritata fine o di miglio;
• 50 gr di spinaci surgelati oppure 80 gr circa di spinaci freschi;
• 2 uova;
• sale fino per l’impasto;
• sale grosso per la cottura della pasta.
Per il sugo
• 70 gr di noci sgusciate;
• 30 gr di pinoli oppure di mandorle spellate;
• 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva;
• facoltativo: 100 gr di ricotta di pecora.

(Visited 1.022 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *