Epicondilite Laterale Gomito del Tennista cos’è e come si cura

L’ epicondilite laterale è l’ infiammazione dei tendini che attaccano l’estensore ulnare del carpo alla prominenza ossea esterna (epicondilo laterale) del gomito. E’ chiamata anche gomito del tennista. Alcuni movimenti ripetitivi del polso possono causare questa patologia.

L’epicondilite può verificarsi in chiunque tenda, in modo ripetuto, i tendini dell’avambraccio, non si limita quindi solo i ai tennisti. Ad esempio, non è insolito che il gomito del tennista si verifichi a causa di lesioni da uso eccessivo nei giocatori di golf che hanno un backswing errato o in coloro che ad esempio lavorano in fabbrica e devono stringere ripetutamente le viti con un movimento di avvitamento. L‘epicondilite laterale è un termine più appropriato per lesioni al tendine del gomito esterno da attività non di tennis.

Si chiama invece epitrocleite o anche gomito del golfista l’infiammazione dei tendini che collegano i muscoli anteriori dell’ avambraccio all’epicondilo mediale dell’omero.

Prognosi della malattia

L’epicondilite laterale non è una lesione molto grave, sebbene possa influenzare significativamente la tua vita. La maggior parte delle persone migliora con trattamenti non chirurgici e la condizione può anche essere curata. I sintomi persistono spesso per diversi mesi prima che la condizione sia completamente guarita.

Sintomi di epicondilite laterale

 

L’epicondilite può verificarsi improvvisamente o svilupparsi lentamente per un periodo di tempo. I sintomi possono variare da lievi a gravi. Se hai il gomito del golfista, potresti riscontrare una delle seguenti condizioni:

  • dolore all’interno del gomito
  • rigidità del gomito
  • debolezza della mano e del polso
  • sensazione di formicolio o intorpidimento delle dita, in particolare l’anello e il mignolo
  • difficoltà a muovere il gomito

Non è insolito che il dolore al gomito si irradi lungo il braccio fino al polso. Ciò rende difficile completare le attività quotidiane, come raccogliere oggetti, aprire una porta o dare una stretta di mano. Tipicamente, l’epicondilite mediale colpisce il braccio dominante.

L’epicondilite laterale è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • dolore e difficoltà di movimento quando si estende il polso
  • dolore all’esterno del gomito
  • dolore con alcuni movimenti di base, come sollevare una tazza di caffè

Questo dolore non scompare con il riposo o applicando il raffreddore locale o prendendo antinfiammatori.

Test medici per epicondilite laterale

Ogni specialista del trauma dovrebbe eseguire una valutazione approfondita per diagnosticare l’epicondilite laterale. Tra le altre procedure, ciò includerà:

  • un esame visivo per verificare l’aspetto della pelle, l’eventuale gonfiore della zona e assicurarsi che l’articolazione sia allineata correttamente
  • usando le mani per sentire l’area e valutare il dolore
  • un “test della sedia”, che comporta il sollevamento di una sedia con il palmo della mano rivolto verso il basso e il gomito in estensione. Il dolore di solito impedisce l’esecuzione di questa azione
  • Valutazione del dolore, estendendo le dita e il polso contro la resistenza ed estendendo il dito medio contro la resistenza con il gomito esteso
  • altre valutazioni del dolore e della mobilità come la manovra del Mulino

Può essere prevenuta?

L’epicondilite laterale può essere prevenuta solo con un’accurata “igiene posturale”. I movimenti corretti durante lo sport e il lavoro garantiranno che i tendini non siano sottoposti a stress eccessivo. Riposare bene il gomito dopo una sessione intensa può anche aiutare a prevenire l’epicondilite. Sono utili massaggi estensivi e preventivi, nonché gomitiere.

Il gomito del golfista può capitare a chiunque, ma ci sono modi per ridurre il rischio e prevenire questa condizione.

  • Allungamenti prima dell’attività fisica. Prima di esercitare o praticare sport, riscaldarsi o fare allungamenti delicati per prevenire lesioni. Ciò include camminate leggere o jogging prima di aumentare la tua intensità.
  • Pratica la forma corretta. La tecnica o la forma improprie possono sollecitare ulteriormente gomiti e polsi e causare tendinite. Lavora con uno sport o un personal trainer per imparare le tecniche corrette quando fai esercizio e fai sport.
  • Fai una pausa al braccio. L’epicondilite mediale può svilupparsi se si continuano determinate attività o sport mentre si è nel dolore. Interrompere qualsiasi attività che provoca dolore per evitare di ferirsi.
  • Aumenta la forza del braccio. Aumentare la forza del braccio può anche prevenire il gomito del golfista. Ciò include il sollevamento di pesi leggeri o la compressione di una palla da tennis.

Trattamento per epicondilite laterale

Il trattamento per una lesione di questo tipo dovrebbe essere graduale e dipendere dalla gravità della lesione.

Le raccomandazioni iniziali includono:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei , per via orale o topica.
  • riposare il gomito , riducendo le attività che causano dolore e riducendo la durata e l’intensità dell’esercizio.
  • fisioterapia e applicazione di calore locale, massaggi, onde d’urto, ultrasuoni, nonché esercizi e tecniche.

Se queste misure non sono efficaci, si consiglia quanto segue:

  • Infiltrazioni o iniezioni di corticosteroidi locali (con o senza anestetico). Questi possono migliorare il dolore per un periodo di tempo e stimolare la guarigione quando iniettati vicino alla zona interessata. In alcuni casi, vengono eseguite tre infiltrazioni a intervalli di 1-2 settimane. Tuttavia, le infiltrazioni sono generalmente limitate a tre, poiché esiste un leggero rischio di rottura del tendine e dell’inserzione del tendine. Allo stato attuale vengono utilizzate anche infiltrazioni plasmatiche ricche di piastrine .
  • Limitazione di movimenti o attività che causano epicondilite. A questo proposito, dovrebbe essere condotto uno studio sul posto di lavoro, che sarà la chiave per una cura di successo. Dovresti anche ridurre la pratica o l’intensità di gioco degli sport con la racchetta.

Se anche i trattamenti di cui sopra si dimostrano inefficaci e soffri ancora dei sintomi e del dolore dell’epicondilite, la prossima opzione sarà la chirurgia . La chirurgia può essere eseguita con un’incisione aperta o usando l’ artroscopia . L’artroscopia è attualmente la tecnica più comunemente utilizzata in quanto dà accesso alla lesione, con una telecamera in miniatura, attraverso due o tre piccole incisioni. Questa tecnica è minimamente invasiva, quindi il recupero è più rapido e meno doloroso.

Quale specialista lo tratta?

L’epicondilite è trattata da uno specialista del trauma , che di solito ha un addestramento specifico nel trattamento delle patologie del gomito.

Altri professionisti possono essere coinvolti durante il recupero da una lesione da epicondilite, come i fisioterapisti , che forniranno esercizi pratici per ripristinare il movimento e chirurghi ortopedici , per riparare i tendini del gomito quando altri approcci terapeutici non sono riusciti.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *