Diradamento frontale Cosa Fare che Funzioni Veramente

Il diradamento frontale è il modello più comune di perdita di capelli che si osserva negli uomini. Il fenomeno potrebbe iniziare a manifestarsi dopo i 30 anni, ma in alcuni soggetti anche dopo 18-20 anni.

Legata alla comune perdita di capelli dovuta alla calvizie maschile, il diradamento frontale è anche nota stempiatura o alopecia fibrosante frontale.

Questo modello di perdita di capelli influisce negativamente sull’aspetto di una persona causando imbarazzo e riducendo la propria. È il primo stadio della calvizie maschile e l’indicatore iniziale del diradamento dei capelli.

Il diradamento frontale è caratterizzato da perdita di capelli dal bordo del cuoio capelluto e talvolta anche dalle sopracciglia e dalle ascelle. È generalmente noto che questo problema si verifica a causa di cambiamenti ormonali o risposta immunitaria generata nel corpo. Questo problema indesiderato può tuttavia essere trattato e rallentato attraverso procedure, terapie e trattamenti medici, clinici e terapeutici. Uno stile di vita sano e una dieta adeguata sono anche essenziali per combattere questo problema di perdita di capelli.

Prima di parlare di rimedi per il diradamento frontale cerchiamo di saperne di piú sulla vita dei nostri capelli.

diradamento-frontale-capelli

Cause diradamento capelli

La caduta generale dei capelli è causata da vari fattori. Dieta e stile di vita non salutari, stress fisiologico e psicologico, impropria cura dei capelli, cambiamento ormonale, infezione del cuoio capelluto, malattie e farmaci.

Tuttavia, i cambiamenti ormonali nel corpo e nel cuoio capelluto e i fattori genetici sono noti per essere la causa principale della calvizie maschile. L’ormone maschile chiamato diidrotestosterone o DHT è il principale responsabile della calvizie frontale.

Il DHT è responsabile dello sviluppo di attributi virili nei maschi. Una percentuale molto piccola di DHT si trova anche nelle donne. L’aumento del livello di questo ormone nelle donne provoca anche lo sviluppo di caratteristiche androgine del sesso secondario maschile, come i peli del viso, provocando al contempo la caduta improvvisa dei capelli.

Il DHT si attacca ai recettori degli androgeni presenti nella papilla dermica dei follicoli piliferi e inibisce la corretta crescita dei capelli. Ciò impedisce un efficace assorbimento dei nutrienti della crescita dal sangue da parte della papilla. Ciò limita di conseguenza il nutrimento ottimale dei capelli e blocca la crescita del fusto del capello.

L’aumento del livello dell’ormone DHT nel cuoio capelluto è programmato geneticamente per causare miniaturizzazione o restringimento dei follicoli piliferi. Ciò ostacola la creazione di nuovi follicoli piliferi, portando così a una riduzione della crescita, al diradamento e alla perdita dei capelli a causa della degradazione dei follicoli. Pertanto, regolare i livelli di DHT nel corpo e limitare la ricezione degli androgeni da parte dei follicoli piliferi è essenziale per risolvere il problema della calvizie frontale.

Ciclo di vita dei capelli

Un capello passa attraverso un ciclo costituito da tre fasi di sviluppo: anagen, catagen e telogen. In ogni momento il 90% dei follicoli piliferi del cuoio capelluto sono nella fase anagen. In questa particolare fase le cellule staminali del rigonfiamento del follicolo si moltiplicano e penetrano in fondo, formando la guaina epiteliale della radice.

Le cellule della guaina formano la matrice del capello. Qui, le cellule diventano parte del pelo, sintetizzano la cheratina e si spingono in alto.

Nuovo capelli crescono dal follicolo, spesso al fianco di un vecchio, dal ciclo precedente. Nella fase catagen cessa la mitosi, processo di riproduzione delle cellule, e il pelo si allontana  dalla papilla pilifera andando verso gli strati più superficiali dell’ epidermide. Il follicolo è in una fase di riposo momentaneo. Si osserva inoltre una variazione della conformazione della papilla, che diminuisce le sue dimensioni. I capelli perdono ancoraggio, ve ne accorgete quando vi lavate i capelli, ne rimangono parecchi in mano.

vita_capello

Quando la papilla raggiunge il rigonfiamento, il capello entra in un periodo di riposo, inizia la fase telogen in cui il capello è morto, può rimanere ancora attaccato, ma esercitando una leggera trazione viene via.

Perdere i capelli quotidianamente come capire se è normale

Normalmente si perdono da 50 a 100 capelli al giorno, senza pensare all’ inizio di una perdita di capelli. In un giovane adulto la fase anagen dura mediamente 6-8 anni, quella catagen 2-3
settimane e la telogen da 1 a 3 mesi in telogen.

I capelli crescono ad una velocità di circa 1 mm ogni tre giorni (10 a 18 cm all’anno) nella fase anagen.
I capelli crescono più velocemente nel periodo che va dall’adolescenza ai circa 40 anni di età. Dopodi chè, c’è una percentuale crescente di follicoli nelle fasi catagen e telogen.

scala_norwood_calvizie

Invece di crescere in anagen i follicoli si restringono sempre di piú ed inizia l’effetto lanugine, i capelli sono piú sottili e radi. Il processo di diradamento dei capelli si chiama calizie o alopecia. Questo fenomeno avviene in entrambi i sessi con una predominanza maschile e può essere aggravato da malattie, malnutrizione, febbre, stress emotivo, la radiazione chemioterapica.

La gravità della calvizie si misura in 7 stadi secondo la scala di Norwood.

Tipo I. perdita dei capelli minima.

Tipo II. perdita di capelli significativa sulle tempie.

Tipo III. La prima fase che richiede un trattamento.

Tipo IIIA mancanza di capelli sulla sommità di capelli e stempiamento.

Tipo IV diratamento più grande sul vertice e sull’ attaccatura dei capelli.

Tipo V. le aree in cui mancano i capelli diventano più grandi, ma una linea di divisione sottile è ancora presente tra i due lati.

Tipo VI. la continuità non c’è piú, ma diverse ciocche di capelli corti possono ancora rimanere.

Tipo VII. La forma più grave. Pochi capelli sulla parte anteriore o superiore della testa.

Trattamento per il diradamento frontale dei capelli

ci sono tanti trattamenti, la maggiorparte dei quali, purtroppo, inefficaci. Studi seri hanno confermato l’efficacia di minoxydil e finasteride per bloccare la caduta, ma dobbiamo prendere questi farmaci per sempre. Quando terminiamo l’assunzione la caduta ricomincia. Il piú utilizzato in questo senso è il PANTHRIX che può essere acquistato online.

Minoxidil:

vengono venduti prodotti in lozione o schiuma topica che deve essere massaggiata ogni giorno sulla regione interessata del cuoio capelluto. Promuove anche la ricrescita dei capelli. Risultati favorevoli sono visibili 4 mesi dopo l’inizio del trattamento. 

Finasteride:

Questo medicinale agisce inibendo la conversione del testosterone in diidrotestosterone del DHT. La diminuzione del livello di DHT influenza quindi positivamente i pori per espandersi alle loro dimensioni normali e quindi rafforzare i capelli e prevenire la caduta dei capelli. Il consumo di 1 compressa di finasteride al giorno aiuta a fermare la caduta dei capelli e a favorire la ricrescita dei capelli. L’effetto di questo medicinale si osserva 4 mesi dopo l’inizio del processo terapeutico, mentre possono essere necessari fino a 2 anni perché si verifichi la piena crescita dei capelli.

Ci sono anche rimedi naturali per rallentare la caduta dei capelli, mentre come rinforzante possiamo utilizzare prodotti

(Visited 433 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *