Dimetilamilamina per Aumentare concentrazione e perdere peso

Droghe è sostanze dopanti come la Dimetilamilamina (DMAA) stanno sempre più prendendo piede per migliorare le prestazioni sportive, per aumentare la concentrazione in vista di studio esame o lavoro, per perdere peso ma anche per “essere stimolati” in una serata in discoteca. Originariamente era usata come decongestionante nasale . Oggi, la dimetilamilamina viene venduta come integratore alimentare utilizzato per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD ), perdita di peso , miglioramento delle prestazioni atletiche e body building. Alcuni prodotti affermano che la dimetilamilammina proviene naturalmente dall’olio di geranio rosa. Gli integratori che contengono questo ingrediente a volte elencano geranio rosa, olio di geranio o steli di geranio sull’etichetta. Tuttavia, le analisi di laboratorio mostrano che questo farmaco probabilmente non proviene da questa fonte naturale Si pensa che questi produttori abbiano aggiunto artificialmente questo farmaco al supplemento piuttosto che ottenerlo da una fonte naturale. La dimetilamilamina è considerata una droga in Canada non consentita negli integratori alimentari o nei prodotti naturali per la salute .

E’ da ricordare che è considerata dopante e lo è dal 2009, quando la World Anti Doping Agency (Wada( l’ha inserita nella sua “black list” e l’Italia l’ha seguita. Brevettata nel 1944 dall’industria farmaceutica Eli Lilly, la DMAA veniva utilizzata per il trattamento delle congestioni nasali e come tale in grado si agire direttamente sui vasi sanguigni della mucosa nasale, provocandone la contrazione, la cosiddetta vasocostrizione.

=&0=&.Tuttavia il suo impiego è stato abbandonato perchè ci si è resi conto che i rischi erano maggiori dei benefici. =&1=& Abbandonata per la funzione decongestionante, la dimetilamilammina è tornata alla ribalta come integratore alimentare in combinazione con la caffeina, come integratore termogenico o, in generale, come stimolante. E in quanto tale è utilizzata nell’ambiente del body building dove viene descritta come simile al l’efedrina (l’accomuna il fatto di essere una sostanza stimolante) in grado di attivare la riduzione dell’appetito e l’azione termogenica (aumento di calore corporeo e conseguente riduzione di grasso). Le pillole contenenti dimetilamilamina stanno emergendo anche come uno degli ingredienti di stimolanti sintetici, le “party pill” o “smart drug“, e in questa forma ha già causato la morte di un ventunenne neozelandese colpito da un’emorragia cerebrale dopo aver assunto una “party pill” a base di DMAA.

La discussione sui suoi effetti riempie diversi forum on line in cui i consumatori di DMAA riportano opinioni contrastanti. Alcuni riferiscono una forte euforia già a piccole dose (la dose consigliata è di 25 mg assunti da l a 3 volte al giorno). Allo svanire dell’effetto “high” restano solamente una leggera emicrania e una sensazione di smarrimento. Leggi di piú

Migliori alimenti per sbiancare i denti

Sono molte le persone che cercano delle soluzioni il più ottimali possibile per sbiancare i denti, da prodotti medicali a qualcosa di più specifico, senza però sapere che per raggiungere il risultato c’è una strada meno invasiva. Questo perché ovviamente a seconda di quale sia il prodotto che si utilizza, si rischia di ledere allo smalto naturale dei denti.

Ecco che nel nostro articolo vogliamo andare a parlare di una strada alternativa, ovvero quella dell’alimentazione, osservando con attenzione quali siano i migliori alimenti per sbiancare i denti, e lo facciamo grazie agli esperti di denti bianchi La Salute in Bocca. Leggi di piú

Gonfiore addominale sintomi cause e cure

Il gonfiore addominale è un problema che colpisce moltissime persone ed è causato da un accumulo di gas nell’intestino. La pancia appare quindi gonfia. Le cause di questo disagio intestinale sono molte. C’è pero una buona notizia: un semplice cambiamento nell’ alimentazione quotidiana e alcuni trattamento possono ridurre il disagio.

Lo stomaco dilatato e gonfio è qualcosa con cui molte persone nel mondo imparano loro malgrado a convivere, ma non deve per forza essere cosi, esistono per fortuna rimedi molto efficaci per superare questi diffusi fastidi. Leggi di piú

Gli alimenti che aiutano la Lipolisi che bruciano i Grassi

In farmacia, erboristeria, esistono molti integratori alimentari che promettono di bruciare i grassi, ovvero mettere in atto una lipolisi per eliminare l’adipe in eccesso, uno dei piú famosi e utilizzati con efficacia è quello con la Curcumina e Peperina, parecchio utilizzato in Italia ed in Usa è questo integratore molto efficace.

Non ci sono però soltanto questi prodotti per aiutare nella pipolisi, basta mangiare il cibo giusto e praticare attività fisica. E’ importante però conoscere quali sono gli alimenti che aiutano a bruciare il grasso, quali le caratteristiche nutrizionali che favoriscono la lipolisi. Oggi parleremo della dieta lipolitica, capace ovvero di disgregare i grassi. In ogni caso, prima di intraprendere qualsiasi dieta alimentare, vi consigliamo di consultare il vostro medico. Leggi di piú

Colazioni Body building per Mettere Massa

Quale è la giusta colazione per chi fa body builging? La risposta non è facile perchè dipende da quanto ci si allena, ma se ascoltate le chiacchiere dei body builder vi diranno che generalmente è difficile battere l’accoppiata farina d’avena e proteine ​​in polvere.

Una colazione abbondante (soprattutto quella che contiene una montagna di proteine) ha meno probabilità di essere convertita e conservata come grasso corporeo, mentre i pasti notturni o fatti la sera sono più facilmente immagazzinati come grassi. Quindi, la colazione è il momento giusto in cui puoi e devi mangiare un pasto importante con 40 o 50 grammi di proteine, un sacco di buoni carboidrati e un po ‘di grassi salutari. Leggi di piú

Antiossidanti Naturali quali sono e A cosa Servono

cibi antiossidanti

Ci sono degli antiossidanti naturali che permettono di contrastare i radicali liberi, nemici della salute, responsabili dell’ insorgere di malattie e dell’ invecchiamento.

Quali sono i cibi antiossidanti migliori? Che azione svolgono all’ interno dell’organismo? Perchè aiutano a contrastere l’invecchiamento cellulare e ci preservono dalle malattie? Quali sono le nostre armi per combattere i radicali liberi?

Più sotto abbiamo la tabella completa intanto vi diamo subito un assaggio dei migliori cibi antiossidanti:

  • Fagiolo rosso
  • Fagiolo Nero
  • Cavolo
  • Broccolo
  • Cuore del carciofo
  • Spinaci

Frutta antiossidante migliore

  • Prugne
  • Mirtilli selvatici
  • fragole
  • noci
  • More
  • Aranci

Quando i livelli di antiossidanti nel corpo sono inferiori a quelli dei radicali liberi, a causa di fattori come la cattiva alimentazione o tante tossine in arrivo, il sistema immunitario è sovraccaricato e l’invecchiamento si verifica più rapidamente. Per sapere come meglio proteggersi da problemi di salute legati al danno da radicali liberi – e ci sono molti – aiuta a capire quali tipi di abitudini di vita o le scelte dietetiche li causano ad accumulare in primo luogo. Come si impara qui di seguito, una dieta ricca di vari alimenti vegetali insieme a cose come l’esercizio fisico e la riduzione dello stress aiutano a invertire il processo di ossidazione distruttiva.

Cosa sono i radicali liberi

si tratta di molecole di breve durata che vengono generate dal nostro corpo a causa di diversi sistemi endogeni, ad esempio alcune condizioni fisico-chimiche o stati patologici .

I radicali liberi possono essere molto dannosi, ma la loro produzione all’interno del corpo non significa che sia anormale o addirittura patologica. Nonostante contribuiscano al processo di invecchiamento, i radicali liberi sono anche degli elementi essenziali del sistema immunitario. I nostri corpi producono radicali liberi come sottoprodotti di reazioni cellulari, nel processo di metabolizzazione del cibo, nella respirazione e in altre funzioni vitali. Il fegato ad esempio produce e usa radicali liberi per la disintossicazione, mentre i globuli bianchi usano radicali liberi per distruggere batteri, virus e cellule danneggiate.

Perché i radicali liberi sono considerati pericolosi? Si tratta di molecole instabili , il che significa che sono sempre alla ricerca di componenti chimici proveniente da altre cellule che a loro mancano.

Gli elettroni esistono in coppie, i radicali liberi mancano di un elettrone. In questo caso sono pericolosi perchè reagiscono con quasi qualsiasi cosa entrano in contatto sottraendo preziose risorse provenienti da uno dei loro elettroni.

Questo processo rende la cellula o la sostanza interessata al “furto” incapace di funzionare normalmente. Ciò avvia una reazione a catena nel corpo che da’ il via alla proliferazione di radicali ancora più liberi. Gli anticorpi, i “combattenti” del nostro sistema immunitario, perdono il controllo e finiscono per sparare e saccheggiare tutto il corpo distruggendo cellule e tessuti sani.

Che cosa lo Stress ossidativo

Si tratta di una condizione patologica causata dalla rottura dell’equilibrio fisiologico. I radicali liberi danneggiano e invecchiano il corpo nel tempo perché compromettono il DNA, le membrane cellulari, i lipidi immagazzinati nei vasi sanguigni e negli enzimi .

Normalmente, i radicali liberi vivono in equilibrio con gli antiossidanti nel corpo, quando questa condizione è disturbata, a causa della bassa assunzione di antiossidanti e dell’accumulo di radicali liberi, inizia una processo di invecchiamento accelerato.

Il danno messo in atto dai radicali liberi ad un corpo umano si chiama per l’appunto ossidazione:

  • L’ossidazione è lo stesso processo che fa arrugginire un metallo a causa dell’ azione dell’ ossigeno. I radicali liberi reagiscono con i composti del corpo e li ossida. La quantità di ossidazione nel corpo è una misura dello stress ossidativo.
  • Alti livelli di stress ossidativo influenzano ogni organo e sistema del corpo e sono stati legati a tutto ciò che riguarda l’ Alzheimer, l’ arteriosclerosi , formazione di vari tipi di tumore, malattie cardiache, l’asma, il diabete. Lo stress ossidativo porta allo sviluppo delle malattie croniche piú conosciute e dei disturbi che uccidono le persone adulte, in particolare le malattie cardiache, il cancro e il diabete.
  • L’ossidazione mette le basi per la proliferazione di radicali liberi e danni alle cellule, ai muscoli, ai tessuti, agli organi ecc.
  • Leggi di piú

    Forno a Microonde tutto quello che non Potete Mettere no alla Plastica

    plastiche tossiche simboli

    plastiche tossiche simboli che non devono andare nel microonde

    Il forno a microonde è entrato già da parecchi anni nelle cucine italiane. All’ inizio ha faticato ad imporsi, è stato sempre guardato con sospetto. Veniva considerato nocivo, ma poi, un volta scoperto il suo funzionamento, è stato sempre più apprezzato per le sue caratteristiche, in primis per la sua velocità nella cottura. Non tutto però può essere infilato nel microonde. Ci riferiamo in particolare ad alcuni contenitori in plastica, considerati nocivi.

    Funzionamento della cottura a microonde

    il forno genera delle onde elettromagnetiche ad una frequenza compresa tra 10 MHz e 10 GHz con potenza da 1 a 100 W, L’energia prodotta viene assorbita prevalentemente per il rapido movimento oscillatorio di ioni e molecole. Il movimento rapido, a causa dell’attrito, viene convertito in calore che riscalda quindi i cibi in cui si trovano. Se vi interessa capirne bene il funzionamento leggetevi il relativo articolo su Wikipedia

    Le plastiche che fanno male nel forno, anche in quelli elettrici e a gas.

    LEGGI ANCHE ; Saturimetro , perchè è importante per capire se abbiamo sviluppato il CORONAVIRUS.

    solitamente nel packaging dei contenitori da inserire nel forno a microonde, quando sono compatibili, c’è un’etichetta con 3 onde stilizzate una sopra l’altra e la potenza massima da usare, ad esempio 400 W. Se c’è scritto “NO LID” significa che dobbiamo togliere il coperchio che non è compatibile.

    Cosa succede se nel microonde ci va qualcosa che non deve essere inserito, che non ha l’etichetta? 

    L’industria della plastica ha sette principali tipi di materie plastiche, tutte individuate da un simbolo. Quando si tratta di contenitori per alimenti, la FDA americana ne definisce alcune come “sospete” e sono:

    • polietilene tereftalato (PET, codice numero 1),
    • polipropilene (PP, codice numero 5),
    • polistirolo (PS, codice numero 6)
    • policarbonato (PC, codice numero 7, spesso viene indicato questo numero quando è un mix di resine plastiche).

    Uno studio effettuato nel 2011 ha evidenziato come tutte le plastiche assorbono una quantità rilevabile di sostanze chimiche. Ciò può causare un’attività estrogenica, o EA. Cioè, le sostanze chimiche che imitano gli estrogeni, che se ingeriti possono provocare effetti negativi sulla salute  , come la pubertà precoce nelle donne, riduzione della conta spermatica negli uomini e aumento del rischio di un tumore ovarico, alla mammella, ai testicoli e alla prostata. La parola chiave qui, però, è “rilevabile” e non “pericoloso” – dal momento che è ancora da determinare ciò che è considerato un livello “pericoloso” di EA provocato dalle sostanze chimiche.

    Ma veniamo alle preoccupazioni pratiche: il contenitore che mettiamo nel microonde è realizzato in polipropilene? Stiamo parlando di contenitori che spesso sono usa e getta. Se stai riscaldando del cibo in un contenitore di plastica, c’è una buona probabilità che sia fatto in PP.

    Secondo il Chemistry Council statunitensela scelta di usare nel forno contenitori con un elemento in plastica non etichettato per microonde non è necessariamente ‘non sicuro’. La cosa peggiore che potrebbe accadere è che un contenitore particolarmente sottile in PP potrebbe iniziare ad ammorbidirsi o a fondersi se lasciato nel forno a microonde abbastanza a lungo. Leggi di piú

    1 2 3